Invito alla Prova
  • 1 confezione di Ghipuro da 150g;
  • 10% di sconto;
  • Spedizione GRATUITA;
  • 1 GUIDA ALL'USO in pdf IN OMAGGIO.
A soli
7,60
invece di
8,40€
VAI ALLA PROMO

Spedizione gratuita su tutti i prodotti Biovital.
Possibilità di acquisto dilazionato per ordini superiori a 800 €.

0,00

La visione quantistica dell'acqua

6 Luglio 2022

Che cos'è la vita? Acqua fresca!

Il fisico Italiano Emilio Del Giudice, e il suo gruppo di lavoro, mostrò come l’acqua possa organizzarsi in Domini di Coerenza (grandi gruppi di molecole di acqua coerente all’interno dell’acqua libera dotati di un proprio campo elettromagnetico=CE), con dimensione di nanostrutture in grado di aggregarsi e cooperare, autorigenerarsi e mantenersi per finalità dei campi elettromagnetici informati.

Emilio del Giudice mostrò come l’acqua sia in grado di memorizzare le informazioni ricevute dai soluti con i quali entra in contatto cioè attraverso l’interazione elettromagnetica tra il soluto e i Domini di Coerenza che entrano in risonanza con il segnale emesso dal soluto. I Domini di Coerenza organizzati a loro volta in Cluster (grappoli) mantengono una “impronta dinamica” quale memoria delle interazioni registrate con le sostanze con cui sono venute a contatto.

Il modello strutturalmente più complesso è stato avanzato da Rustum Roy, che sottolinea l’eterogeneità della struttura dell’acqua, nonché la facilità delle sue molecole di interscambiarsi con pochissima energia.

E’ stato dimostrato che a livello molecolare l’acqua non ha una struttura omogenea ma, piuttosto, è in equilibrio dinamico tra le mutevoli percentuali di assemblaggi di diverse specie di oligomeri e polimeri. La struttura di questi “cluster” o delle unità stesse è dipendente dalla temperatura, dalla pressione e dalla composizione.

Il Professor Gerald Pollack insieme alla ricercatrice Sharon Kleyne dichiara che per studiare le malattie e il funzionamento del corpo occorre includere, tra tutte le variabili di analisi, anche l’acqua. L’acqua all’interno delle cellule è assolutamente essenziale per la salute.

Il DNA e il problema della forma

Gli scienziati che lavorano sul mondo microscopico generalmente non si curano della forma degli organismi su cui lavorano, ma per coloro che studiano gli organismi viventi nel loro insieme è impossibile comprendere la vita senza tenere conto della sua forma.

Considerando il DNA come il programma completo di ogni organismo vivente, alcuni scienziati si sono chiesti che cosa può invece controllare la forma di oggetti non viventi come i cristalli o le rocce. In tali materie, prive di DNA, devono intervenire necessariamente altri fattori.

Una possibile e molto probabile soluzione, si può ritrovare nelle forze subatomiche alla base delle molecole che le compongono, che contribuiscono non solo alla configurazione interna della struttura, ma anche a quella esterna, ossia la forma.

Nel DNA è contenuto il codice genetico che si suppone avere il compito di governare tutto quello che avviene negli esseri viventi in via di sviluppo. Ma dato che tutti i tipi di cellula delle diverse parti organiche del corpo umano contengono il medesimo DNA, deve quindi esserci necessariamente qualcosa al di sopra di esso in grado di spiegarne il loro differente esito.

Il problema posto dal biologo inglese Rupert Sheldrake è cercare di capire come possano le cellule organizzarsi in forme particolari fino a svilupparsi in differenti organismi.

Sheldrake propone, in linea con la fisica contemporanea, la teoria dei campi morfici come reale guida del programma genetico organizzato dal DNA risiederebbe sotto forma di informazione a livelli energetici molto più sottili.

I campi morfogenetici sono un nuovo tipo di campo che fino ad ora non è stato riconosciuto dalla fisica. Così come gli organismi alla cui formazione presiedono, si evolvono. Hanno una storia e, grazie a un processo chiamato risonanza morfica, contengono in sé una memoria.

Fanno parte di una famiglia più vasta di campi, detti campi morfici. I campi morfici, così come i campi della fisica già noti, sono regioni d’influenza all’interno dello spazio-tempo, localizzati dentro e intorno ai sistemi che organizzano.

In conclusione

La Struttura dell’acqua che compone come sistema collettivo il nostro corpo permette non solo di “mantenere” la forma, ma anche tutte le relazioni informative tra, per e con tutti gli altri sistemi organizzati in una forma.

Lo stato di salute di un corpo umano è determinato dalla quantità e qualità di acqua con struttura presente nelle cellule e dal potenziale elettrico / energetico del citoscheletro e dalla capacità del DNA di replicare correttamente le identita' sequenziali nella dinamica di riproduzione della codificazione delle basi azotate che si avvolgono l'una nell'altra nelle due spirali di direzione opposta.

Le soluzioni Biovital

Biovital Progetto Italia lavora da molti anni per diffondere tecnologie utili per il benessere naturale, in particolare dispositivi per il trattamento dell'acqua:

  • Biovital Acqua: il dispositivo che ti permette di avere acqua viva e strutturata dal rubinetto di casa.
  • Biovital Block: grazie ad un potente campo magnetico, non avrai più problemi di incrostazioni e di calcare.
  • Biovital Doccia: la sua acqua rivitalizzata idrata la pelle in profondità, normalizzandone il pH, e dona vitalità a tutto il corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri lo Shop Biovital Italia
Una gamma di prodotti magnetici per il tuo ben-essere naturale.

Trattamento Acqua

Biomagnetici

Cosmesi Magnetica

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram